ERASMUS+ SCAMBIO LINGUISTICO-CULTURALE CON BAD SALZUFLEN

Eccoci alla fase di accoglienza dello scambio linguistico-culturale, nell’ambito della mobilità Erasmus+, con il Rudolph Brandes Gymnasium di Bad Salzuflen (Germania), che vede coinvolti sei alunni della classe 3A del Liceo delle Scienze Umane e undici della 3B del Liceo Linguistico.

Sono arrivati sabato sera alla stazione di Gallarate gli studenti tedeschi, accompagnati da due loro insegnanti. Soggiorneranno ospiti della famiglia del proprio partner italiano, che a sua volta sarà ospitato a Bad Salzuflen dalla famiglia tedesca. Si fermeranno per una settimana dal 24 settembre al 1° ottobre. Li attende un ricco programma di attività didattiche e culturali, che inizierà lunedì mattina a scuola con i saluti di benvenuto del Dirigente Scolastico e la visita della scuola guidata dai nostri studenti. A seguire, sempre in mattinata, divisi in gruppi internazionali, cominceranno a lavorare al tema scelto: La partecipazione democratica alla vita sociale. Dibattito e confronto saranno alla base di questo progetto, incentrato sullo sviluppo da parte di ogni studente della consapevolezza di essere parte attiva della società e che ognuno di noi può apportare il proprio contributo.
Accanto al lavoro di squadra e allo scambio di opinioni e realtà diverse, l’instaurazione di contatti amichevoli e lo sviluppo della propria creatività, attraverso l’utilizzo delle ICT, sono tra gli obiettivi del progetto.
Martedì 27 andranno alla scoperta dei monumenti di Gallarate e in tarda mattinata saranno accolti in Comune per il benvenuto delle autorità cittadine. La settimana proseguirà con la visita a Genova, con attività didattiche mirate e con la partecipazione degli alunni tedeschi ad alcune lezioni mattutine. Non mancheranno anche la visita pomeridiana alla città di Milano e al Sacro Monte di Varese, che raggiungeranno in treno.

Ecco alcuni dei lavori realizzati dagli studenti

Präsentation italienisch evaluation

Evaluation of the exchange

Rassegna stampa

Informazione online

La Prealpina