UN ANNO CON IL GRUPPO PARIMENTI

Durante l’anno scolastico 2023/2024 il gruppo Parimenti ha realizzato diverse attività con circa 50 ragazzi e ragazze dalle classi del triennio del nostro istituto. Con questo articolo vorremmo raccontarvi quello che abbiamo fatto.

In occasione del 25 novembre, giornata mondiale contro la violenza sulle donne, alcuni ragazze e ragazzi del gruppo Parimenti hanno partecipato alla conferenza organizzata dalla Rete provinciale “Questo non è amore”, presso l’Istituto Falcone, dedicato ad affrontare le tematiche della discriminazione di genere e delle molestie sui luoghi di lavoro. Nell’atrio della nostra scuola abbiamo inoltre creato un allestimento per invitare tutta la comunità scolastica a una riflessione circa la violenza di genere e sul fenomeno dei femminicidi, ricordando in particolare Giulia Cecchettin. Questo allestimento è stata l’occasione per prendere più consapevolezza su quanto sia diffusa la violenza di genere: solo nel 2023, da Gennaio a Novembre, sono state uccise 105 donne. 

Seguendo questo filone, con il contributo della “Global Thinking Foundation”, abbiamo realizzato un importante progetto di formazione e sensibilizzazione sul tema della violenza economica. Abbiamo partecipato a tre incontri di formazione in cui due collaboratrici della fondazione ci hanno aiutato a ripercorrere la storia del femminismo attraverso le eroine del fumetto, inquadrando poi le dinamiche della violenza economica tramite le illustrazioni artistiche realizzate da studenti universitari esterni. Dopo aver svolto gli incontri di formazione alcuni di noi hanno assunto il ruolo di guide per accompagnare i compagni nella visita alla mostra tematica installata all’interno della nostra scuola. La mostra era divisa in tre parti: la prima riguardava le eroine del fumetto e ci ha permesso di ripercorrere la lotta delle donne per il riconoscimento dei diritti, la seconda parte era costituita dalle illustrazioni degli studenti universitari sulla violenza economica e la terza una graphic novel con il racconto di una donna aiutata dalla fondazione per liberarsi da una situazione di violenza.

Ecco il pensiero di alcuni ragazzi che hanno fatto da guida: 

Questa esperienza è stata una grande sfida perché, mettendoci in gioco, abbiamo imparato a parlare in pubblico con la grande responsabilità di divulgare tematiche così forti a livello emotivo e sociale. E’ stato decisivo poterci precedentemente confrontare con le formatrici che ci hanno accompagnati in questo viaggio”. 

La mostra ha avuto un rilevante successo: l’hanno visitata circa 500 ragazze e ragazzi, cioè il 42% delle classi della nostra scuola (25 classi su 59), e circa 50 professori, e per ognuno di loro è stato un momento stimolante di riflessione e confronto.

Per concludere l’anno in bellezza abbiamo celebrato il 17 Maggio, giornata internazionale contro l’omobitransfobia, accogliendo una volontaria di “Famiglie arcobaleno”, associazione di genitori omosessuali. Abbiamo ascoltato la sua storia con interesse, perché ci ha permesso di toccare con mano una realtà molto più vicina di quanto possiamo immaginare e fatta di persone che lottano quotidianamente per il riconoscimento dei propri diritti

E’ stato un anno ricco di esperienze stimolanti che speriamo di ripetere per mantenere viva l’attenzione sui temi della parità di genere e essere sempre promotori del cambiamento!

 

I ragazzi e le ragazze del Gruppo Parimenti